Sedi anatomiche e patologie oculari più diffuse

In questa sezione troverete brevemente descritte alcune delle patologie oculistiche che più frequentemente colpiscono i nostri animali.
Image

Anatomia dell'occhio

  1. Sclera
  2. Coroide
  3. Angolo iridocorneale
  4. Legamento pettinato
  5. Cornea
  6. Iride
  7. Foro Pupillare
  8. Camera Anteriore
  9. Camera Posteriore
  10. Corpi Ciliari
  11. Lente (Cristallino)
  12. Vitreo
  13. Retina
  14. Nervo Ottico
  15. Fibre Zonulari

Sedi anatomiche e relative patologie

In questa sezione troverete brevemente descritte alcune delle patologie oculistiche che più frequentemente colpiscono i nostri animali.

Orbita

Le patologie che colpiscono l’orbita spesso si manifestano con scolo oculare, esoftalmo (occhio che sembra procidere verso l’esterno) o enoftalmo (occhio che sembra infossato), alcune volte procidenza della terza palpebra, gonfiore della regione orbitale e difficoltà nell’aprire il cavo orale.

Palpebra

Le patologie delle palpebre che possono colpire cane, gatto e altri animali da compagnia si possono suddividere in congenite e in fase di sviluppo, infiammatorie, traumatiche e neoplastiche. Escluse le patologie di tipo infiammatorio, in tutte le altre situazioni la chirurgia è probabilmente la prima scelta terapeutica.

Congiuntiva e terza palpebra

La congiuntiva è una mucosa molto sottile che ricopre la suerficie interna delle palpebre, il fornice e poi si porta sul globo oculare

Apparato lacrimale

L'apparato lacrimale è costituito da unità secernenti e unità drenanti. Le secernenti sono la ghiandola lacrimale principale, la ghiandola della terza palpebra, la ghiandola di Harder (ghiandola situata più in profondità nella terza palpebra, presente nei bovini, uccelli, roditori e suini) e le ghiandole delle palpebre.

Cornea e sclera

Cornea e sclera appartengono entrambe alla tunica fibrosa del globo oculare. Vista rostralmente, la cornea sembra essere leggermente allungata orinzzontalmente soprattutto negli ungulati, mentre vista lateralmente sembra avere una curvatura più pronunciata rispetto alla sclera, oltre ad essere più sottile alle estremità verso il limbo (area di confine cornea/sclera) e più spessa al centro.

Camera e uvea anteriore

L'uvea corrisponde alla tunica vascolare dell'occhio e l'uvea anteriore costituisce l'iride e i corpi ciliari. La camera anteriore è lo spazio delimitato posteriormente dalla lente e dall'iride ed anteriormente dalla cornea e dall'angolo iridocorneale.

Lente

La lente corrisponde ad una struttura biconvessa localizzata posteriormente all’iride e anteriormente al vitreo, è mantenuta in sede dalle fibre zonulari e nonostante non sia il mezzo con potere refrattivo più alto dell’occhio ha comunque la capacità di modificarlo grazie alla sua capacità di accomodazione.

Fondo oculare

Il fondo oculare è quella parte dell'occhio che si riesce a valutare solamente tramite l'utilizzo di un oftalmoscopio. Consiste nella retina, coroide ed il disco ottico. Durante la visita e la successiva discussione si dividerà il fondo in tappeto, disco ottico, vasi sanguigni e area non tappetale.

Glaucoma

Il glaucoma è una patologia nella quale la pressione intraoculare supera quelli che sono i normali valori fisiologici. L'aumento di pressione non è il fattore scatenante, ma deve essere considerato come un esito della patologia.

Image

Richiedimi una consulenza

Tutte le visite si svolgono esclusivamente su appuntamento dalle ore 9:00 alle ore 19:30.